Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo.
Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa. Approfondisci
CNA VICENZA Artigiani e Piccole Imprese
Sei un socio non un numero

Associazione
Servizi
News
Acconciatori
Agroalimentare e ristorazione
Autoriparatori
Autotrasportatori-FITA
Edilizia
Elettrici ed elettronici
Estetica
Federmoda
Fotografi
Grafica e web
ICT
Imprese di Pulizia
Legno e arredo
Meccanica
Orafi
Taxi - NCC
Termoidraulici
Media
Documentazione utile
CNA ServiziPiù


Appuntamenti Appuntamenti
Formazione Formazione
Scadenzario Scadenziario
Area Riservata Area Riservata


cerca nel sito

Associati a CNA!
Newsletter CNA Vicenza
CNA Nazionale
Sviluppo Artigiano
SOS IMPRENDITORI
CAF CNA


Home -> News 
Alternanza scuola-lavoro, contributi a fondo perduto per le imprese che avviano percorsi di formazione

Al via il nuovo bando della Camera di Commercio di Vicenza. 800€ per ciascun giovane studente inserito in azienda. Domande entro il 31 ottobre 2019



Alternanza scuola-lavoro, contributi a fondo perdu

 

Contributi a fondo perduto per le imprese vicentine che inseriscono giovani studenti in percorsi di alternanza scuola-lavoro. È quanto prevede il nuovo bando della Camera di Commercio di Vicenza, che si pone l’obiettivo di favorire l’incontro tra il mondo della scuola e l’universo delle aziende del territorio.

I contributi

Il bando stanzia in totale 280mila euro, da erogare sotto forma di contributo a fondo perduto alle aziende. Sono previsti 800 euro per ciascun soggetto ospitante e per ciascuno studente ospitato (il numero massimo di studenti ospitati è di due). Nel caso di inserimento di studenti diversamente abili, indipendentemente dal numero degli stessi, sarà riconosciuto al soggetto ospitante un ulteriore contributo di 200 euro.

Chi può fare domanda

Possono partecipare al bando:

1) le Micro, piccole e medie imprese (MPMI) che all’atto della presentazione della domanda e dell’erogazione del contributo rispondano ai seguenti requisiti (art. 3 del Bando):

  • sono iscritte e risultano attive al Registro delle imprese della Camera di commercio di Vicenza; 

  • risultano regolari con il pagamento del diritto annuale dovuto alla Camera di commercio di Vicenza o si impegnano a regolarizzare la posizione entro 10 giorni di calendario dalla ricezione della richiesta;

  • hanno sede legale e/o unità locale operativa nella provincia di Vicenza; 

  • sono iscritte o si impegnano ad iscriversi al Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro;

  • hanno una casella di posta elettronica certificata (PEC);

  • non si trovano in una delle situazioni previste dalla disciplina delle procedure concorsuali, non hanno in corso un procedimento per la dichiarazione di tali situazioni, non sono in stato di insolvenza e non sono in liquidazione;

  • sullo stesso progetto realizzato, non devono aver ottenuto benefici finanziari dalla Camera di Commercio, dallo Stato, dalla Regione o da altri Enti Pubblici, anche per il tramite di enti privati, con esclusione delle eventuali agevolazioni fiscali previste da norme nazionali sugli investimenti; 

  • non sono fornitrici della Camera di commercio di Vicenza; 

  • sono in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro; 

  • hanno assolto gli obblighi contributivi. 

2) i Soggetti che sono iscritti solo al REA (Repertorio Economico Amministrativo) che all’atto della presentazione della domanda e dell’erogazione del contributo rispondano ai seguenti requisiti (art. 3 del Bando):

  • risultano regolari con il pagamento del diritto annuale dovuto alla Camera di commercio di Vicenza o si impegnano a regolarizzare la posizione entro 10 giorni di calendario dalla ricezione della richiesta; 

  • hanno sede legale e/o unità locale operativa nella provincia di Vicenza; 

  • sono iscritte o si impegnano ad iscriversi al Registro nazionale per l’alternanza scuola-lavoro; 

  • hanno una casella di posta elettronica certificata (PEC); 

  • sullo stesso progetto realizzato, non devono aver ottenuto benefici finanziari dalla Camera di Commercio, dallo Stato, dalla Regione o da altri Enti Pubblici, anche per il tramite di enti privati, con esclusione delle eventuali agevolazioni fiscali previste da norme nazionali sugli investimenti; 

  • non sono fornitrici della Camera di commercio di Vicenza; 

  • sono in regola con le normative sulla salute e sicurezza sul lavoro; 

  • hanno assolto gli obblighi contributivi. 

 

 

Le spese ammissibili

Il bando prevede contributi per le spese sostenute per attività di tutoraggio aziendale relative a studenti della scuola secondaria inseriti in percorsi di alternanza scuola-lavoro.

I percorsi di scuola-lavoro devono essere relativi all’anno scolastico 2018-2019 o 2019-2020.

Sono ammesse a contributo le ore di tutoraggio effettuate dalla data di presentazione della domanda, fino al 30 settembre 2020, periodo entro il quale l’impresa deve aver ospitato almeno uno studente in un percorso di alternanza scuola-lavoro. 

Presentazione delle domande

Le domande, compilate su apposito modulo (vedi allegato) e con firma digitale, vanno inviate in via telematica allo sportello on line «Contributi alle imprese» entro giovedì 31 ottobre 2019.



Sei interessato? Contattaci! 

I consulenti CNA Vicenza sono a disposizione delle aziende interessate, per supportarle nella valutazione dei requisiti di ammissione al bando e affiancarle nella presentazione delle domande.

Contatta i nostri uffici alla mail mestieri@cnavicenza.it o chiamaci al numero 0444 569 900.


Corrispettivi telematici: in via transitoria ancor


Seguici anche sui nostri social per tutte le news 

Facebook CNA   Twitter CNA   Instagram CNA   Linkedin CNA 

 

 

 

 



(24/07/2019)


Allegati
Bando Alternanza Scuola-Lavoro


segnala stampa articolo

sitengine telemar