Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo.
Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa. Approfondisci
CNA VICENZA Artigiani e Piccole Imprese
banner intestazione

Associazione
Servizi
News
Acconciatori
Agroalimentare e ristorazione
Autoriparatori
Autotrasportatori-FITA
Edilizia
Elettrici ed elettronici
Estetica
Federmoda
Fotografi
Grafica e web
ICT
Imprese di Pulizia
Legno e arredo
Meccanica
Orafi
Taxi - NCC
Termoidraulici
Media
Documentazione utile
CNA ServiziPiù


Appuntamenti Appuntamenti
Formazione Formazione
Scadenzario Scadenziario
Area Riservata Area Riservata


cerca nel sito

Associati a CNA!
Newsletter CNA Vicenza
CNA Nazionale
Sviluppo Artigiano
SOS IMPRENDITORI
CAF CNA


Home -> News 
Dal 7 al 9 giugno a Thiene torna il Make in Italy Festival

Tre giorni di talk, seminari e dibattiti sulla manifattura del futuro: sostenibile, digitale e creativa



Dal 7 al 9 giugno a Thiene torna il Make in Italy

 

Riflettori accesi a Thiene, da venerdì 7 a domenica 9 giugno, per la seconda edizione del Make in Italy Festival: una tre giorni di talk, seminari e dibattiti sul futuro dell’artigianato e della piccola impresa italiana, che sempre di più si lega al mondo delle nuove tecnologie digitali e al saper fare sostenibile.

La manifestazione – promossa da CNA Vicenza, ItalyPost e Comune di Thiene, con il patrocinio di Regione del Veneto, Amministrazione Provinciale di Vicenza e Matera 2019, in collaborazione con Agenda Digitale del Veneto 2020 e Pasubio Tecnologia, con il contributo di CCIAA di Vicenza e EBAV Ente Bilaterale dell’Artigianato Veneto, in partnership con Crédit Agricole FriulAdria e curata da Goodnet Territori in Rete – torna per il secondo anno nel cuore della Pedemontana veneta, territorio dalla grande tradizione artigiana e dalla profonda vocazione innovativa.

Per portare avanti il dibattito sulla manifattura di domani, quest’anno la manifestazione sarà dedicata all’impresa sostenibile, digitale e creativa. Verranno indagati i numerosi campi in cui le imprese possono applicare pratiche sostenibili – dai trasporti all’edilizia, dal turismo all’agroalimentare – e l’importanza che queste pratiche possono rivestire per il territorio circostante, affrontando problematiche come il consumo di suolo, i rischi e le opportunità dei nuovi corridoi autostradali e la rigenerazione urbana. Alla riflessione sulla sostenibilità si affiancherà quella dedicata ai nuovi luoghi dell’innovazione e alla vocazione artigiana che si fa contaminare dal mondo del digitale, accostando il “fatto a mano” di qualità a nuovissime tecnologie.

A discutere di questi temi ci saranno uomini d’impresa del calibro di Lorenzo Delladio, presidente La Sportiva, Luca Vignaga, amministratore delegato Marzotto Lab, e Jacopo Poli, amministratore delegato di Poli Distillerie e fondatore di Poli Museo della Grappa, ma anche nomi di assoluto rilievo del dibattito sulla nuova impresa italiana, come Antonio Calabrò, direttore di Fondazione Pirelli, vicepresidente di Assolombarda e autore di L’impresa riformista (Egea), Domenico De Masi, sociologo e autore di L'età dell'erranza (Marsilio Editori), e Aldo Bonomi, sociologo e direttore del Consorzio AASter; e ancora, parteciperanno al Festival grandi nomi dell’informazione come Mario Tozzi, geologo e divulgatore scientifico, ma anche architetti, urbanisti e numerosi rappresentanti dell’artigianato digitale, veri protagonisti della manifattura del futuro.

 

____________________________________________________

Venerdì 7: la sostenibilità come fattore competitivo e i nuovi luoghi dell’innovazione

Il calendario di Make in Italy prende avvio venerdì 7 giugno alle 10.30 al Castello di Thiene con un incontro dal titolo Pedemontana, nasce la nuova metropoli veneta. Gli interventi di saluto di Cinzia Fabris, presidente di CNA Vicenza, e Grazia Chisin, vicepresidente della Camera di Commercio di Vicenza, apriranno il dibattito, moderato da Luca Ancetti, direttore Il Giornale di Vicenza, su “Lo snodo dell’Alto Vicentino tra Valdastico e Pedemontana”: a confrontarsi sul tema saranno Giovanni Battista Casarotto, sindaco di Thiene, Elena Donazzan, assessore all'istruzione, alla formazione, al lavoro e pari opportunità della Regione del Veneto, e Valter Orsi, sindaco di Schio. Seguirà un secondo confronto su “I nuovi corridoi autostradali, le città "nodo" e il rischio "non luoghi"”, con gli interventi di Claudio Bertorelli, paesaggista urbano e fondatore di Aspro Studio, Luca Garavaglia, coordinatore del Master in Sviluppo Locale dell’Università del Piemonte Orientale e autore di Città dei flussi. I corridoi territoriali in Italia (Guerini e Associati), Patrizia Messina, direttore del Centro Studi Regionali “Giorgio Lago” all’Università di Padova, e Pierluigi Sacco, docente di Economia della cultura IULM Milano.

Programma completo >> makeinitalyfestival.it/venerdi-7-giugno

____________________________________________________

Sabato 8: la nuova manifattura alle prese con il digitale e le carte di un turismo vincente

La seconda giornata della manifestazione prenderà il via al Castello di Thiene, dove si terrà una mattinata di incontri dal titolo Benvenuti nel futuro: dalle 10.30 alle 13 si succederanno tre diversi momenti dedicati alle nuove generazioni di imprenditori e al futuro della manifattura nel segno delle tecnologie digitali.

“Eravamo tre start up al bar” è il titolo del primo incontro, che vedrà gli interventi dei rappresentanti di tre giovani imprese in cui l’anima artigiana tradizionale incontra le nuove tecnologie. Si alterneranno tre diverse storie d’impresa: Barbara Bonaventura, marketing manager di Experenti, racconterà la storia della giovane azienda di Massanzago (Padova) che sviluppa soluzioni di realtà aumentata, realtà virtuale e mixed reality; Niccolò Cipriani, fondatore di Rifò, spiegherà la filosofia della start up di Prato nata nel 2018 che lancia sul mercato capi e accessori realizzati interamente in Italia con lana e cashmere rigenerati e con un occhio al risparmio di acqua ed energia; infine, Matteo Fabbri, socio amministratore di TryeCo 2.0, parlerà della giovane azienda di Ferrara che offre servizi integrati per il trasferimento tecnologico tra i diversi settori, dalle scansioni laser 3D ai rendering fotorealistici.

Seguirà l’incontro condotto da Francesca Gambarini, giornalista del Corriere della Sera, “Benvenuti nel futuro: giovani donne costruiscono nuove opportunità sostenibili”, in cui prenderanno la parola due giovani autrici: Marialuisa Pezzali, discuterà del contributo femminile all’innovazione raccontando le storie inserite nel suo libro, Ai love women (Egea), che raccoglie undici interviste esclusive a donne protagoniste del mondo della robotica e dell’intelligenza artificiale, e Cristina Pozzi parlerà del suo libro, Benvenuti nel 2050 (Egea), una guida per affrontare il mondo, la società e il lavoro del futuro che suggerisce spunti di riflessione per ripensare il presente.

Concluderà la mattinata dedicata all’intraprendenza delle nuove generazioni la cerimonia di premiazione del Master Giovani Imprenditori, evento a cura del Gruppo Giovani Imprenditori e del Gruppo Impresa Donna di CNA Vicenza.

Programma completo >> makeinitalyfestival.it/sabato-8-giugno

____________________________________________________

Domenica 9: imprese alla ricerca di una rappresentanza

Il Festival si concluderà domenica 9 giugno con un incontro dedicato a un tema molto sentito dalle realtà imprenditoriali, e in particolare da quelle del Nord Italia: L’impresa e la rappresentanza. Alle 12 al Castello di Thiene, in un confronto condotto da Francesca Gambarini, giornalista del Corriere della Sera, discuteranno del ruolo delle associazioni imprenditoriali e della sempre maggior richiesta di rappresentanza avanzata dalle imprese ospiti di primo piano come Aldo Bonomi, sociologo e direttore AAster, Antonio Calabrò, direttore di Fondazione Pirelli, vicepresidente di Assolombarda e autore di L’impresa Riformista (Egea), e Cinzia Fabris, presidente di CNA Vicenza.

 

Cinzia Fabris, presidente CNA Vicenza: «Abbiamo un obiettivo ambizioso da raggiungere, con questo Make in Italy Festival. Prima di parlare di sostenibilità, di innovazione, di infrastrutture, di tecnologie, vogliamo infatti gettare le basi di una nuova mentalità. Una mentalità finalmente di territorio. Attraverso l’esperienza dei grandi nomi dell’impresa e della cultura economica del nostro Paese parleremo dell’importanza di una nuova identità locale fondata su una visione condivisa di servizi e infrastrutture. E incoraggeremo istituzioni e aziende a collaborare per costruire tutto questo insieme, realizzando l’unico vero futuro sostenibile per il nostro sistema industriale».

 

 

 

PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI

CNA Vicenza

Tel. 0444 569 900  

Mail segreteria@cnavicenza.it

 

Make in Italy Festival – Ufficio stampa nazionale e internazionale

Goodnet Territori in Rete

press@goodnet.it

Tel. 0498757589 | 3755239163 

 

Seguici anche sui nostri social per tutte le news 

Facebook CNA   Twitter CNA   Torna "Privacy. Mettiamoci al lavoro", il corso pr   Linkedin CNA 

 



(04/06/2019)


Allegati
Comunicato stampa completo
Programma MakeinItaly2019


segnala stampa articolo

sitengine telemar