Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo.
Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa. Approfondisci
CNA VICENZA Artigiani e Piccole Imprese
Sei un socio non un numero

Associazione
Servizi
Ambiente Sicurezza Energia
Consulenza per le Imprese
CREAIMPRESA
CREDITO
Internazionalizzazione
PAGHE
Lavoro e Risorse Umane
News
Media
Documentazione utile
CNA ServiziPiù


Appuntamenti Appuntamenti
Formazione Formazione
Scadenzario Scadenziario
Area Riservata Area Riservata


cerca nel sito

Associati a CNA!
Newsletter CNA Vicenza
CNA Nazionale
Sviluppo Artigiano
SOS IMPRENDITORI
CAF CNA


Bonus casa 2018: obbligo di comunicare a Enea i lavori per ottenere le detrazioni

La comunicazione all’ente vale per cittadini, condomini e imprese che intendono usufruire delle agevolazioni fiscali previste. CNA Vicenza ti aiuta con le pratiche e l’invio delle domande



Fattura elettronica, in 600 agli incontri CNA:«Pro

 

Buone notizie per chi intende ristrutturare casa. La Legge di bilancio ha infatti confermato le detrazioni fiscali al 50% per le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di efficienza energetica, rinnovando anche il bonus mobili e il bonus verde.

Per usufruire dei vari bonus casa previsti è però necessario comunicare direttamente a Enea - Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile - i lavori di ristrutturazione del proprio immobile.

Chi è interessato dall’obbligo

L’obbligo di trasmettere le informazioni sui lavori effettuati, come già previsto per la riqualificazione energetica degli edifici, è stato introdotto per monitorare e valutare il risparmio energetico raggiunto con la realizzazione degli interventi.

L’adempimento interessa cittadini, condomini e imprese che abbiano effettuato lavori a partire dal 1° gennaio 2018. Tutti questi soggetti, per poter beneficiare delle agevolazioni fiscali, sono chiamati a compilare ed inviare a Enea la dichiarazione di detrazione, entro 90 giorni a partire dalla data di ultimazione dei lavori o del collaudo. Per gli interventi già conclusi, il termine dei 90 giorni per l’invio delle informazioni decorre dal 21/11/2018.

Gli interventi ammessi

Enea ricorda che è obbligatoria la trasmissione dei dati che riguardano solamente gli interventi di riduzione dei consumi energetici o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, ovvero:

  • manutenzione ordinaria e straordinaria;
  • restauro;
  • ristrutturazioni;
  • cablatura;
  • inquinamento acustico;
  • risparmio energetico e antisismico;
  • sicurezza;
  • bonus mobili (se collegato ad altri lavori di ristrutturazione, anche il mobile è destinato a una stanza diversa da quella da ristrutturare).

L’elenco dei lavori per cui è obbligatoria la comunicazione Enea

STRUTTURE EDILIZIE

  • riduzione della trasmittanza delle pareti verticali che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno;
  • riduzione delle trasmittanze delle strutture opache orizzontali e inclinate (coperture) che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi;
  • riduzione della trasmittanza termica dei pavimenti che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno, dai vani freddi e dal terreno.

INFISSI

  • riduzione della trasmittanza dei serramenti comprensivi di infissi che delimitano gli ambienti riscaldati dall’esterno e dai vani freddi.

ELETTRODOMESTICI

Solo se collegati ad un intervento di recupero del patrimonio edilizio iniziato a partire dal 1° gennaio 2017. In particolare:

  • forni;
  • frigoriferi;
  • lavastoviglie;
  • piani cottura elettrici;
  • lavasciuga;
  • lavatrici.

IMPIANTI TECNOLOGICI

  • installazione di collettori solari (solare termico) per la produzione di acqua calda sanitaria e/o il riscaldamento degli ambienti;
  • sostituzione di generatori di calore con caldaie a condensazione per il riscaldamento degli ambienti (con o senza produzione di acqua calda sanitaria) o per la sola produzione di acqua calda per una pluralità di utenze ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • sostituzione di generatori con generatori di calore ad aria a condensazione ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • pompe di calore per climatizzazione degli ambienti ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • sistemi ibridi (caldaia a condensazione e pompa di calore) ed eventuale adeguamento dell’impianto;
  • microcogeneratori (Pe
  • scaldacqua a pompa di calore;
  • generatori di calore a biomassa;
  • installazione di sistemi di contabilizzazione del calore negli impianti centralizzati per una pluralità di utenze;
  • installazione di sistemi di termoregolazione e building automation;
  • installazione di impianti fotovoltaici.

Come effettuare la comunicazione

Per inviare la comunicazione all’ente preposto basta accedere al portale dedicato Enea, fare la registrazione, inserire i propri dati e riportare le misure di ristrutturazione effettuate.

Affida a noi le tue pratiche!

I nostri professionisti dell’Area Ambiente Sicurezza Energia sono a disposizione di cittadini e imprese, per supportarli con la presentazione delle pratiche e l’invio delle comunicazioni dei lavori effettuati a Enea.

Contatti gli uffici CNA Vicenza:

energia@cnavicenza.it

0444 569 900

 

Seguici anche sui nostri social per tutte le news 

Facebook CNA   Twitter CNA   Google+ CNA   Linkedin CNA 



segnala stampa articolo

sitengine telemar