Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo.
Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa. Approfondisci
CNA VICENZA Artigiani e Piccole Imprese
Sei un socio non un numero

Associazione
Servizi
News
Acconciatori
Agroalimentare e ristorazione
Autoriparatori
Autotrasportatori-FITA
Edilizia
Elettrici ed elettronici
Estetica
Federmoda
Fotografi
Grafica e web
ICT
Imprese di Pulizia
Legno e arredo
Meccanica
Orafi
Taxi - NCC
Termoidraulici
Media
Documentazione utile
CNA ServiziPiù


Appuntamenti Appuntamenti
Formazione Formazione
Scadenzario Scadenziario
Area Riservata Area Riservata


cerca nel sito

Associati a CNA!
Newsletter CNA Vicenza
CNA Nazionale
Sviluppo Artigiano
SOS IMPRENDITORI
CAF CNA


Home -> News 
Bando rottamazione, contributi a chi passa al mezzo “green”

Fino a 10mila euro per chi acquista un nuovo veicolo elettrico, 8mila per l’ibrido e 7mila per il gpl. Due scadenze per le domande: 12 novembre 2018 e 28 febbraio 2019



Bando rottamazione Veneto

 

Bando rottamazione, la Regione premia le imprese che puntano sulla mobilità “green”. E così chi ha in casa un mezzo commerciale inquinante e non vuole incorrere in sanzioni o rimanere appiedato di fronte ai blocchi del traffico in vigore dal 1° ottobre, adesso ha l’incentivo giusto per cambiare.

A disposizione contributi fino a 10mila euro, rivolti esclusivamente a micro, piccole e medie imprese con sede operativa in Veneto.

Il bonus è riconosciuto a chi sceglie di rottamare il proprio veicolo commerciale (a patto che sia un diesel fino alla classe euro 3) cambiandolo con un nuovo acquisto (categoria N1 e N2) con alimentazione a basso impatto ambientale (elettrico, ibrido o gpl).

Sono ammissibili solo gli acquisti che prevedono nuova immatricolazione, mentre è escluso l’acquisto in leasing.

Ogni impresa può richiedere un solo contributo.
 
Bando rottamazione, a quanto ammonta l’incentivo
Il contributo riconosciuto dipende dal tipo di veicolo che si sceglie di acquistare. Come anticipato, il bando è rivolto solo agli acquisti di mezzi N1 e N2, quindi veicoli per il trasporto merci con massa compresa tra le 3,5 e le 12 tonnellate. Questo l’ammontare dei contributi:

ELETTRICO: N1 >> bonus da 6000 a 7500 euro | N2>> bonus da 8000 a 10.000 euro  
IBRIDO E METANO: N1>> bonus da 4000 a 5000 euro | N2>> bonus da 7000 a 8.000 euro
GPL: N1 >> bonus da 3000 a 4000 euro | N2>> bonus da 8000 a 10.000 euro
 
Il bonus sarà riconosciuto sotto forma di rimborso, all’avvenuta attestazione della conclusione della procedura di acquisto. Qui tutti i dettagli.

Come ottenere il contributo

1. COMPILA IL MODULO 
L’impresa interessata a richiedere il contributo dovrà compilare la domanda che si può scaricare al link sottostante:
 
 
2. INVIALO VIA PEC ALLA REGIONE
Una volta compilato, il modulo di domanda dovrà essere inviato via PEC all’indirizzo: ambiente@pec.regione.veneto.it  (Oggetto: “bando veicoli commerciali 2018 – Tutela Atmosfera”).

Oltre al modulo compilato, dovranno essere allegati:
  • carta di circolazione del veicolo da rottamare
  • dichiarazione sostitutiva (v. modulo di domanda)
  • documento di riconoscimento 
La Regione chiede che tutti gli allegati siano inoltrati in formato PDF, e non in cartelle di compressione.
 
I tempi
Sono previste due possibili scadenze per l’invio delle domande.

PRIMA FASE: 12 novembre
Se avete già le idee chiare e avete già scelto il vostro nuovo veicolo, potete farvi avanti anche subito. Inviando la domanda entro la scadenza del 12 novembre, avrete tempo di concludere l’acquisto del vostro nuovo mezzo fino al 31 dicembre 2018 (farà fede la data di fattura, anche in caso di acconto), e inviare la documentazione di rendicontazione entro il 30 aprile 2019.

Il vantaggio in questo caso è di poter contare sui contributi “sicuri”, perché già inseriti nel bilancio regionale previsionale 2018.

SECONDA FASE: 28 febbraio 2019
Se invece avete bisogno di più tempo, nessun problema. È prevista infatti anche una seconda fase per l’invio delle domande, con scadenza 28 febbraio 2019. Anche in questo caso è possibile concludere l’acquisto dopo aver inviato la domanda, però entro e non oltre il 31 maggio 2019, e rendicontando l’operazione entro il 31 agosto 2019

Qui la Regione intende utilizzare contributi che andranno inseriti nel bilancio 2019.
 
Quante domande saranno accolte?
Questo è un aspetto che la Regione non ha ancora chiarito. Sul testo si legge che le risorse saranno stanziate in base all’effettivo interesse registrato. Sulla base delle adesioni sarà stilata una graduatoria, dando priorità alle micro imprese. E l’assegnazione dei contributi avverrà fino a esaurimento delle risorse stesse.

Chiedi aiuto ai nostri esperti
Se hai bisogno di supporto per vederci chiaro, chiedi una mano ai nostri professionisti. CNA Vicenza è a tua disposizione per seguire la procedura d'invio della domanda, affiancarti nella preparazione della documentazione e monitorare insieme a te l'andamento della procedura fino all'ottenimento del contributo.

0444 569 900

 

Seguici anche sui nostri social

 Twitter CNA    Google+ CNA    Linkedin CNA       



(25/10/2018)


segnala stampa articolo

sitengine telemar