Utilizzando questo sito accetti l'uso dei cookies per analisi e contenuti personalizzati Approfondisci
CNA VICENZA Artigiani e Piccole Imprese

Associazione
Servizi
News
Media
Documentazione utile
CNA ServiziPiù


Appuntamenti Appuntamenti
Formazione Formazione
Scadenzario Scadenziario
Area Riservata Area Riservata


cerca nel sito

Associati a CNA!
Newsletter CNA Vicenza
CNA Nazionale
Sviluppo Artigiano
SOS IMPRENDITORI
CAF CNA
PayShop Srl


IMPRESE ROSA, CNA VICENZA LANCIA LA TASK-FORCE

Consulenti al lavoro per aiutare le imprenditrici e le aziende ad elevata componente femminile a concorrere al nuovo bando regionale da 3 milioni. Finanziabili innovazione, macchinari e attrezzature.



IMPRESE ROSA, CNA VICENZA LANCIA LA TASK-FORCE

Tre milioni di euro sul piatto, e l’obiettivo di farne arrivare il più possibile alle imprese rosa vicentine. CNA Vicenza conferma ancora una volta la propria sensibilità verso il tema dell’inclusione di genere in ambito imprenditoriale, e lancia una vera “task-force” di consulenza per sostenere le donne titolari d’azienda e le attività a prevalente partecipazione femminile.

Nel mirino c’è il nuovo bando promosso dalla Regione Veneto, che ha scelto di stanziare un contributo di tre milioni a fondo perduto per dare ulteriore linfa al consolidamento di una macro categoria trainante per tutto il sistema economico del territorio. Il supporto dei professionisti dell’associazione sarà utile per avere tutte le informazioni necessarie e per arrivare con le carte in regola alla presentazione della domanda, che dovrà essere inviata online alla Regione a partire dal 6 novembre ed entro e non oltre il 16 dello stesso mese.    

 
Il bando: destinatari e tipologia di spesa

I destinatari del bando 2017 per l’imprenditoria femminile sono le imprese già esistenti in Veneto al momento della presentazione della domanda, costituite da donne residenti in Veneto da almeno due anni (se imprese individuali), oppure coordinate da organi di amministrazione per almeno due terzi composti da donne che risiedono in Veneto da almeno due anni. Naturalmente come requisito primario è richiesto che la sede operativa dell’impresa sia il territorio regionale.  

Il contributo potrà essere richiesto a rimborso di spese per macchinari, impianti produttivi, hardware e programmi informatici, attrezzature e arredi, mezzi di trasporto a uso aziendale, opere edili e di impiantistica, per importi compresi tra i 20mila e i 150mila euro. Dalla Regione l’impresa riceverà il 30% della spesa rendicontata, per un massimo quindi di 45mila euro.


CNA VICENZA PORTA LE IMPRESE INNOVATIVE DA GOOGLE  

 

«Le imprenditrici - evidenzia Cinzia Fabris, presidente di CNA Vicenza - alimentano un tessuto in continua espansione, nonostante le difficoltà che s’incontrano ogni giorno per riuscire a essere donne e titolari d’azienda. La Regione ha sempre prestato molta attenzione a queste tematiche, ma i finanziamenti da soli naturalmente non bastano. Serve un sistema che dia supporto e risposte, e CNA Vicenza ha raccolto la sfida. Ora questo contributo, il più importante negli ultimi 16 anni, riconosce la bontà dei nostri sforzi e ci sprona a fare ancora di più»

 

«In tempi non facili abbiamo scelto di osare - aggiunge Elisabeth Sarret, presidente CNA Impresa Donna Vicenza - per dare forma a un cambiamento oggi sotto gli occhi di tutti. Questo è lo spirito che dobbiamo continuare a trasmettere alle nuove generazioni e soprattutto alle future imprenditrici che avranno voglia di seguire il nostro esempio. Condividendo le nostre esperienze di successo abbiamo dimostrato di poter crescere tutte assieme»

 

CNA Vicenza, sostegno concreto ad artigiane e donne d’impresa

Il sostegno alla partecipazione al bando è solo una delle tante iniziative che CNA Vicenza continua a condurre dalla parte della valorizzazione e della tutela delle donne imprenditrici. Il 2017 si è aperto ospitando l’assemblea nazionale di CNA Impresa Donna a Palazzo Chiericati lo scorso febbraio, con la contestuale organizzazione di ArtigianaUNICA, la mostra diffusa tra i negozi del centro storico di prodotti d’eccellenza dell’artigianato rosa di tutta Italia.

 Grande partecipazione poi anche per Rose’n’blue, il corso per insegnare ad artigiane, imprenditrici, libere professioniste e dipendenti d’azienda i segreti del business di nuova generazione, promosso in collaborazione con Ecipa e finanziato dal Fondo Sociale Europeo. L’iniziativa, proposta in tre sessioni nell’arco dell’anno, ha già registrato il tutto esaurito anche per l’ultima in programma a partire dal prossimo 13 settembre.

C’è infine attesa per la Settimana dell’imprenditoria femminile in programma a inizio ottobre, con CNA Vicenza al tavolo dei relatori in un incontro con aspiranti imprenditrici organizzato dal Comitato Imprenditoria Femminile della Camera di Commercio.

 

L’imprenditoria femminile nel Vicentino

Secondo i dati della Camera di Commercio di Vicenza sono oggi oltre 15.000 le imprese a esclusiva o maggioritaria presenza femminile, su un totale di circa 83.200; la percentuale è pari al 19%, e seppur al di sotto della media regionale (27%) conferma anche da noi il trend di crescita.

Il settore trainante è quello dei servizi legati al benessere, dove le imprese femminili toccano il 61% del totale, seguiti dalle attività di sanità e assistenza sociale (39,8%) e dalle attività di alloggio e ristorazione (31,5%). Stando invece ai dati dell’osservatorio statistico di CNA Vicenza, se si guarda all’età delle imprenditrici vince la fascia 43-57 anni (per il 50% delle associate), ma bene anche la fascia 22-42 anni (27%), segno che la fiducia nelle potenzialità dei giovani è consolidata sia tra le startup sia tra le imprese che hanno scelto di affrontare un passaggio generazionale.

 

Seguici anche sui nostri social per tutte le news 

CNA VICENZA PORTA LE IMPRESE INNOVATIVE DA GOOGLE    CNA VICENZA PORTA LE IMPRESE INNOVATIVE DA GOOGLE    CNA VICENZA PORTA LE IMPRESE INNOVATIVE DA GOOGLE  



segnala stampa articolo

Facebook CNA Facebook CNA Facebook CNA

sitengine telemar copyright ©2002-2012 CNA