Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per fornirti servizi e pubblicità in linea con le tue preferenze. Se chiudi questo banner o prosegui con la navigazione cliccando un elemento della pagina ne accetti l'utilizzo.
Per maggiori informazioni su come modificare il consenso e le impostazioni dei browser supportati leggi l'informativa. Approfondisci
CNA VICENZA Artigiani e Piccole Imprese
Sei un socio non un numero

Associazione
Servizi
News
Media
Pubblicazioni
Gallery
Documentazione utile
CNA ServiziPiù


Appuntamenti Appuntamenti
Formazione Formazione
Scadenzario Scadenziario
Area Riservata Area Riservata


cerca nel sito

Associati a CNA!
Newsletter CNA Vicenza
CNA Nazionale
Sviluppo Artigiano
SOS IMPRENDITORI
CAF CNA


NUOVE NORME UTILIZZO VOUCHER

COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO 60 MINUTI DALL’INIZIO PRESTAZIONE



Marketing della moda e dei prodotti lifestyle - Un

 

Con l’entrata in vigore del D.lgs 185/2016 (correttivo al Jobs Act) in data 8 ottobre 2016, gli Imprenditori e i Professionisti hanno l’obbligo di comunicare alla sede territoriale competente dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, tutte le prestazioni di lavoro accessorio, retribuite tramite voucher, almeno 60 minuti prima dell’inizio della prestazione stessa.

Le comunicazioni devono essere inviate via mail a voucher.vicenza@ispettorato.gov.it e devono indicare obbligatoriamente nell’oggetto il Codice Fiscale e la Ragione Sociale del committente (Impresa o Professionista).

Le mail NON DEVONO CONTENERE ALLEGATI, ma tutte le informazioni andranno scritte direttamente nella mail indicando:

  • dati anagrafici completi del prestatore (colui che effettua la prestazione) ovvero: cognome e nome - luogo e data di nascita oppure cognome e nome e  codice fiscale
  • indirizzo completo in cui si svolge la prestazione
  • data, ora di inizio e ora di fine della prestazione
  • codice fiscale e ragione sociale del committente (Impresa o Professionista) indicati in oggetto

In caso di mancata comunicazione entro tali termini, sono previste sanzioni amministrative da € 400,00 a € 2.400,00 per ciascun lavoratore per cui è stata omessa la comunicazioneResta comunque confermata la dichiarazione di inizio attività già prevista nei confronti dell’INPS. L’omissione di tale dichiarazione prevede l’applicabilità della maxi sanzione per lavoro nero.

 

Per maggiori informazioni e consulenza tecnica potete rivolgervi o contattare le Sedi Territoriali di CNA Vicenza.

 

 



segnala stampa articolo

sitengine telemar